Dolore?!

Pubblicato: agosto 8, 2011 in poesia, scrivere

Dorme,

tra il chiacchierio inutile della banalità.

Persa,

nei suoi mille pensieri,

lontani dal futile,

dall’usuale.

Pensieri,

di altra vita,

lontani dall’infamia del mondo.

Un mondo,

fatto di sogni,

senza dolore,

che pervade l’essere,

fino a diventare il non essere.

Dolore,

che insinuandosi,

tra le vie del peccato,

porta alla pazzia.

Pazzia,

che ti allontana dal futile,

dal banale,

dalla semplicità della felicità.

 

 

 

 

 

Annunci

Lacrime Rosse

Pubblicato: agosto 2, 2011 in poesia, scrivere

Lacrime rosse,

scivolano sui visi

pallidi e gelidi

delle anime ferite,

sino a raggiungere i fiumi rossi,

del paradiso in fiamme .

 

Lacrime rosse

che popolano i fiumi di sangue,

ove è nascosta la sofferenza,

dei cuori lacerati.

Le anime, vagano libere,

nel paradiso perduto,

insensibili .

 

[Scritta a 16 anni… mah!]

Se solo potessi

Pubblicato: luglio 28, 2011 in poesia

Se solo potessi

entrare dentro la mia anima

denudare ogni mio

intimo pensiero.

Allora capiresti,

che non è un mondo perfetto,

che tutto questo è sbagliato.

Tremendamente errato

tremendamente scorretto,

tremendamente deplorevole.

Eccomi qua,

a cancellare ogni traccia,

nascondendomi,

lacerando il mio cuore,

allora ti chiedo,

se potrò mai più provare quell’amore ?

Confondi ogni idea

Pubblicato: luglio 28, 2011 in poesia

Confondi ogni idea,

ogni certezza e, ogni possibilità.

Sei il male che mi cura,

e il bene che lenisce.

Ogni tuo sorriso,

ogni tuo gesto,

ogni tuo respiro,

riecheggia in me,

donandomi la forza,

di continuare a lottare.

Sei il mare,

che impetuoso si irrompe

contro le maestose rocce,

sprigionando  in cielo ogni sua goccia,

perdendosi nella sua immensa,

infinita essenza.

Sei il vento,

che porta il cambiamento,

che  passa tra i capelli,

e  dona  brividi,

facendomi sentire viva.

Sei il fuoco,

che corrompe il mio corpo,

la mia anima,

donandomi a te.

Sei la mia sicurezza,

il mio dolce eroe,

il mio unico grande amore.

A te mare

Pubblicato: luglio 27, 2011 in mare, poesia, scrivere, serenità

Al mare,

il tuo azzurro,

il tuo profondo,

il tuo ossigeno.

Al mare,

immenso e divino,

che nei suoi magici anfratti

cela incantevoli luoghi.

Al mare,

arrabbiato,

che si dimena con tutta la sua forza

dirompendosi sulle rocce

Al mare,

sereno,

che calmo accompagna i marianai,

e si posa con la bianca schiuma,

sulle rive delle distese dorate.

Al mare,

che unendosi con la stella radiosa,

accompagna il giorno alla sua fine,

sprigionando intensi bagliori.

Al primo mare,

che dal suo profondo erge,

la stella radiosa

che dà vita al giorno

sprigionando bagliori color pastello.

Al mio mare,

sereno,

arrabbiato.

Al mio mare

che con il suo profumo,

che con la sua leggera brezza,

che con le sue sonorità,

rilassa i sensi e dona la pace,

anche agli animi più devastati.

Semplicemente,

a te MARE. ❤

Semplicemente Tua

Pubblicato: luglio 25, 2011 in poesia

Lentamente l’aria che è vita,

diventa aria che è morte;

e così la notte avvolge l’anima intorpidita,

che mai ha detto di sé.

Piove

Pubblicato: luglio 24, 2011 in poesia

Piove,

i sensi si perdono,

fuggono, si nascondono,

giacciono.

Piove,

il cielo scroscia,

le finestre di chiudono,

il cuore palpita.

Piove,

goccia dopo goccia,

spezza in due,

la mente sana.

Piove,

lacrima dopo lacrima,

distrugge ogni sogno,

ogni speranza di felicità.

Piove,

distrugge il mio  piccolo mondo,

lasciando frammenti

di ciò che non è.

Alla musica

Pubblicato: luglio 24, 2011 in poesia
Tag:,

Voracemente,

mi pervade,

con il suo profumo,

con la sua forza,

con la sua anima,

si dimena come un diavolo.

Mi trasporta nel suo dolce inferno,

danza con le più reali tra le fiamme,

scintillante,

piena di vita,

si nasconde fra i più peccaminosi mali,

fino ad innalzarsi al cielo,

esplodendo in un vortice

di note,

di magia,

di passione,

sprigiona i suoi mille bagliori,

che trafiggono il cuore,

diventando parte di me,

donandomi tutte le tonalità

della sua essenza,

ormai morente,

trova la sua pace,

nell’amaro paradiso della mia anima.

La morte dell’eroe

Pubblicato: luglio 24, 2011 in poesia
Tag:,

L’azzurro,

il dolce sapore,

la leggera brezza,

del mare.

Accompagna,

l’eroe solitario,

disarmato,

morente.

Inghiottito

dall’azzurro eterno,

nelle gelide acque,

perso.

Il respiro,

si colora di fremiti,

ansimi,

arresti.

Racchiuso,

nel violente mare,

inerme.

Libero,

senza  dolore,

giace.

Felice.